Elezioni, aspettando Avellino
ecco i nuovi venti sindaci irpini

di Gianluca Galasso

Sono venti i Comuni, oltre la città di Avellino (qui ballottaggio tra Pizza del centrosinistra e Ciampi del M5S), interessati da questa tornata elettorale. Ad Aquilonia riconferma per Giancarlo De Vito. Stesso discorso per Giuseppe Leone a Vallata. Così come Raffaele Fabiano a Casalbore, Antonio Cardillo a Torre le Nocelle e Antonio Bossone a Lauro. Agguantano il terzo mandato Pasquale Giuditta a Summonte e Luigi D'Angelis a Cairano (appena 190 i votanti). Perde la sfida a Rocca San Felice l'uscente Giuseppe Fiorillo, sconfitto da Guido Cipriano. Uno scenario identico si verifica a Gesualdo: Edgardo Pesiri supera Domenico Forgione. A Forino trionfa Antonio Olivieri, mentre a San Potito Ultra si afferma Pasquale Nazzaro. La sfida in rosa a Bagnoli Irpino, tra Maria Vivolo e Teresa Anna Di Capua, si decide al fotofinish, con il successo di quest'ultima con appena 14 preferenze di scarto. Differenza ancora minore a Conza della Campania, dove Luigi Ciccone è il nuovo primo cittadino grazie a 3 voti in più del rivale Pasquale Imbriani. Sindaco donna a Lapio. Nella patria del Fiano docg la fascia tricolore sarà vestita da Maria Teresa Lepore. A Greci, Nicola Luigi Norcia ha la meglio su Salvatore Giuliani, che con 10 voti entra comunque in Consiglio comunale. Corsa solitaria per Francesco Addeo a Marzano di Nola. Alessandro Napolitano è il neo-sindaco di Mugnano del Cardinale, Simone Rozza della vicina Quadrelle. Nel Comune capoluogo dell'Alta Irpinia, Sant'Angelo dei Lombardi, si impone Marco Marandino su Nicolino Santoro. A Caposele, paese delle sorgenti idriche, ad agguantare il risultato è Lorenzo Melillo che doppia l'avversario. 
Lunedì 11 Giugno 2018, 21:05 - Ultimo aggiornamento: 11-06-2018 21:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP