Vacanza rovinata dall'uragano:
«Il tour operator deve risarcire»

di Domenico Zampelli

Uragano in Florida, la Cassazione conferma: è vacanza rovinata, il tour operator dovrà rimborsare a una coppia irpina il prezzo pagato per l’acquisto dell’intero pacchetto turistico. Ma sono stati necessari quattordici anni per venire a capo della controversa questione. 

I fatti risalgono infatti al settembre 2004. I due giovani irpini avevano acquistato dall’allora Kuoni Gastaldi Tours un pacchetto che prevedeva un viaggio ed un soggiorno a Miami Beach (Usa), seguito da una crociera nel Mar dei Caraibi. Il tutto nel periodo compreso fra il 2 e l’11 settembre 2004. Giunti sul posto, anziché lo “Stato del sole che splende” i vacanzieri si erano imbattuti nell’imperversare dell’uragano Frances. Di violenza impressionante: venti di una forza superiore ai 165 chilometri orari, un mulinello esteso come l’intero Texas (vale a dire 100 chilometri), due milioni di persone evacuate, altrettante rimaste senza luce. Impossibile non solo raggiungere Disney World ed altre attrazioni turistiche, ma anche passeggiare a Palm Beach o visitare gli shopping malls che poi sono nati diffusamente anche in Italia.  Da qui la richiesta di risarcimento.
Venerdì 8 Giugno 2018, 02:36 - Ultimo aggiornamento: 08-06-2018 06:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP