Sannio, 15 Comuni al voto con l'incognita astensionismo

elezioni comunali
di Francesco G. Esposito

BENEVENTO - Appena cinque donne in corsa per diventare sindaco e una valanga di liste civiche eterogenee in cui si trovano new entry, eterni aspiranti a una poltrona, politici a caccia del secondo mandato e anche oltre, sfide «comfort» tra amici e figli al seguito. Immancabili le liste civetta per evitare il «fastidio» del quorum oltre, ovviamente, ai soliti militari interessati alla lunga «licenza elettorale» più che alle sorti del paese in cui sono candidati. Sono quindici le amministrazioni da rinnovare (si vota dalle 7 alle 23) e circa 47mila gli elettori chiamati alle urne, ma il test elettorale non sembra poter rappresentare - almeno nel Sannio - un banco di prova concreto per la neo maggioranza giallo-verde di governo M5s-Lega. Proprio i pentastelalti sono, infatti, presenti ufficialmente con il proprio simbolo soltanto a Montesarchio (il Comune più grande con oltre 11mila elettori). Dopo l’exploit del movimento in Campania non sono mancati tentativi di desistenze più o meno richieste o, come nel caso di Vitulano, un appoggio poi smentito ufficialmente dal parlamentare grillino sannita, Maglione. 
Domenica 10 Giugno 2018, 02:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP