Bungalow venduti come appartamenti: sequestrate 50 unità immobiliari a Baia Domizia

I carabinieri e la Guardia di Finanza hanno sequestrato su ordine del Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere circa cinquanta unità immobiliari facenti parte dell'Italy Village, complesso turistico noto come «Villaggio degli svedesi» vista la frequentazione internazionale, che si trova nella località balneare casertana di Baia Domizia, comune di Sessa Aurunca. Secondo gli inquirenti della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere - titolare delle indagini il sostituto Domenico Musto con il coordinamento del Procuratore Maria Antonietta Troncone - il villaggio sarebbe stato oggetto di una lottizzazione abusiva da parte del titolare, l'imprenditore di San Cipriano d'Aversa Luigi Mennillo, che ne avrebbe cambiato destinazione d'uso, trasformandolo da complesso turistico a complesso residenziale e realizzando dunque una maxi-speculazione edilizia. Mennillo, che ha legami di parentela con la famiglia camorristica degli Schiavone di Casal di Principe, acquistò nell'ottobre 2014 l'intera quota di partecipazione de «La Serra Resort», società proprietaria del villaggio, che era stato costruito alla fine degli anni '60 in «zona residenziale turistica», sottoposta nel 2000 a vincolo turistico con apposita legge regionale. 
Mercoledì 6 Giugno 2018, 12:15 - Ultimo aggiornamento: 7 Giugno, 08:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP