Giornalismo, Premio Serao alla Goracci: «Le donne sono la forza della società»

di Lidia Luberto

Inviata di guerra, basterebbe solo questo a descrivere il valore di una professione che coniugata al femminile significa non solo coraggio o capacità di rischio, ma anche impegno e testimonianza. Lucia Goracci, inviata Rai, che stasera riceverà nello storico palazzo Petrucci di Carinola, in provincia di Caserta, il premio giornalistico Matilde Serao, organizzato dal comune di Carinola in collaborazione con «Il Mattino», vive ormai da 15 anni sui fronti di guerra più pericolosi del mondo. Dall'Afghanistan, all'Iran, all'Iraq, alla Turchia, ha raccontato conflitti interni ed esterni con correttezza, professionalità e passione.

«Questo premio intitolato a Matilde Serao ha per me un significato molto forte, perché è un riconoscimento destinato alle donne, che sono sempre e in ogni latitudine una forza per la società tutta. Ho molta fiducia nelle donne, nella loro voglia di cambiare, nella determinazione che le caratterizza - confessa la reporter - rifuggono la guerra e la violenza, ma sono in prima linea per proteggere i propri cari, per organizzare la fuga dei figli, per la cura dei vecchi e dei sofferenti».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 31 Maggio 2018, 09:50 - Ultimo aggiornamento: 31-05-2018 09:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP