Perla del libraio Di Maio: ristampa di Jack London

Erri De Luca firma la ristampa di London
di Vincenzo Aiello

Ancora una perla per il mondo dei remainders letterari: il libraio-scrittore Raimondo Di Maio ristampa "Rivoluzione" del socialista Jack London, autore di "Zanna Bianca" e de "Il richiamo della foresta". Nel 1909 Jack London raccoglie alcuni dei suoi migliori scritti e pubblica "Revolution and Other Essays", un libro in cui intreccia fantapolitica e teorie scientifiche e che si abbatte come un ciclone sul mercato editoriale, scatenando gli aspri attacchi dell'establishment. Riproposto solo una volta negli Oscar Mondadori. "Rivoluzione" rivela tutta la sua inquietante attualità in tredici profetiche riflessioni, sorrette dalla scrittura mozzafiato di Jack London, che riesce a trasformare sociologia, scienza, filosofia e politica in splendida letteratura. De Luca nella presentazione si sofferma sui tanto mestieri fatti da London: pescatore abusivo di ostriche, cacciatore di foche, pugile, cacciatore d'oro. E dopo avere letto Revolution in un suo viaggio recente in California ha proposto a Di Maio la ripubblicazione del testo affidato alla traduzione dell'ottima Virginia Ascione e con il contributo della Fondazione "De Luca". Lo scrittore napoletano si sofferma anche sul "diritto alla lotta armata" teorizzato da London "porta il caso di due ministri della polizia zarista uccisi da attentatori russi.Non è terrorismo, che invece colpisce gli indifesi del mucchio a scopo di strage. È la pratica opposta del tirannicidio... "
Venerdì 22 Dicembre 2017, 11:10 - Ultimo aggiornamento: 22-12-2017 11:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP