Consumi, gli italiani credono nella ripresa: i risultati del sondaggio Coop-Nomisma per il 2018

di Marco Perillo

Dopo una decina d'anni di crisi e depressione, il vento sembra essere cambiato per quanto riguarda i consumi nel nostro Paese. Segnali di ripresa in vista del 2018 si evidenziano nell'approfondito sondaggio di fine anno Coop-Nomisma e nelle previsioni sui consumi  del “Rapporto Coop”. Alla “speranza”, parola chiave del 2016 e del 2017, gli italiani affiancano adesso, in occasione del nuovo anno, più concrete sensazioni di “benessere” e “soddisfazione”. In picchiata le parole dalla connotazione negativa che gli italiani associano all’anno appena iniziato; il timore crolla di quasi 6 punti percentuali (lo indicava come parola chiave nel 2017 oltre il 10% del campione, ora non arriva al 5%), sorte analoga per il termine crisi (-3 punti percentuali). Si affidano al cambiamento i più giovani e vedono decisamente rosa gli over 50. 

A credere nella ripresa maggiormente sono gli abitanti del Mezzogiorno. L’ottimismo tocca le intenzioni di spesa che tra il 2017 e il 2018 volgono tutte in segno positivo. Al top i soliti oggetti dei desideri: i viaggi  (il 23,3% spenderà di più) e lo smartphone (il 64% prevede in crescita il budget destinato), ma ritornano voci evergreen degli italiani come l’arredamento, la ristrutturazione della casa e ancora investimenti per il tempo libero e la cura di sé (abbonamenti a teatro, stadio, pay tv fino al ricorso alla chirurgia estetica). 

E se il 2017 è stato per i consumi un anno migliore delle attese sfiorando l’1,5%, sono buoni gli auspici anche per il 2018 grazie a un aumento del potere d’acquisto delle famiglie che dovrebbe raggiungere ritmi di crescita prossimi all’1%. Un bicchiere mezzo pieno che toccherà stando alle previsioni più i comparti dell’audiovisivo, computer e accessori (+ 8,5% nel 2018), telefoni e equipaggiamento (+7,8%) e solo in parte l’alimentare (+ 2,1%). 
Stando poi alla distribuzione moderna l’andamento sarà ancora positivo (+1%) ma più che dimezzato nei ritmi di marcia rispetto al 2017, anno contrassegnato da un eccezionale effetto climatico. 

Intanto l’anno si è chiuso con un boom di vendite sotto l’albero e la settimana di Natale fa registrare un +15,6% (iper + super dati Nielsen per Coop) rispetto alla stessa settimana di un anno fa. Più carne che pesce, molta gastronomia e formaggi con un  Centro Sud che guida la classifica degli acquisti (Campania in testa con un +16,2% seguita da Molise, Umbria, Puglia). 

Il sondaggio è stato redatto dall’Ufficio Studi di Ancc-Coop (Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori) con la collaborazione scientifica di REF Ricerche, il supporto d’analisi di Nielsen, e i contributi originali di Iri Information Resources, GFK, Demos, Nomisma e Pwc, Ufficio Studi Mediobanca, Crif e BeMyEyecon la collaborazione scientifica di Ref. La versione integrale delle tavole del sondaggio “L’anno che verrà” e le Previsioni 2018 sono visionabili e scaricabili su http://www.italiani.coop.
Giovedì 4 Gennaio 2018, 17:20 - Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio, 12:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-01-06 13:45:19
Io la gente la vedo entrare nei centri commerciali solo per fare una passeggiata al calduccio.
2018-01-05 20:53:20
sondaggio evidentemente effettuato PRIMA dell'annunciata raffica di rincari. la quale comunque riporterà questo (presunto) ottimismo alla realtà. si noti del resto il capolòavoro lessicale (cito) "aumento del potere d’acquisto delle famiglie che dovrebbe raggiungere ritmi di crescita PROSSIMI all’1%". cioè, ancora e sempre lo zero virgola. cioè, ancora e sempre aumento di uno zero virgola solo grazie ai consumi obbligati (gas luce acqua).
2018-01-05 20:42:29
Incominciata la propaganda elettorale con le solite bugie su una ripresa che non esiste!
2018-01-05 20:05:44
Nessun commento su questa notizia.... Le buone notizie non fanno audience. Gli italiani stanno meglio, molto meglio, e ancora non se ne sono accorti? Le polemica sui gossip politici e sulle fak-news assorbono tutti i loro pensieri. Contenti loro....
2018-01-04 20:52:22
Alla faccia dei gufi e dei catastrofisti di professione!

QUICKMAP