Crowdfunding via Internet per le Pmi, l'apertura dei Giovani Confapi

«Il crowdfunding via Internet per le Pmi? Una prospettiva interessante che nel Sud Italia, e a Napoli in particolare, può rappresentare un sistema innovativo per il finanziamento di progetti che non trovano immediata cittadinanza nel circuito creditizio ordinario». Lo dice Raffaele Marrone, presidente del gruppo Giovani Confapi di Napoli.

«L'apertura di piattaforme web, autorizzate dalla Consob, per la raccolta di prestiti online a favore di iniziative imprenditoriali – aggiunge – è un'ottima notizia che dev'essere sostenuta, dalle istituzioni, con grande determinazione soprattutto se si tratta di realtà giovani e in fase di startup».

«L'equity crownfounding funziona in maniera meritocratica e democratica – prosegue – perché raggiunge l'obiettivo il progetto più meritevole e perché chi decide di investire una quota, piccola o grande che sia non ha importanza, riceve una cessione della quota capitale; e quindi è a tutti gli effetti partecipe dell'idea imprenditoriale».

«Non si tratta di un canale alternativo a quello bancario per raccogliere finanziamenti – conclude Marrone – ma tutt'al più integrativo, che può aiutare anzi piccole e medie imprese a raggiungere un “rating di affidabilità” che potrà poi essere valutato in sede creditizia».
Giovedì 11 Gennaio 2018, 18:30 - Ultimo aggiornamento: 11-01-2018 18:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP