Pensione, dal 2 luglio arriva la quattordicesima: fino a 655 euro, chi ne ha diritto

Pensione, dal 2 luglio arriva la quattordicesima: fino a 655 euro, chi ne ha diritto
ARTICOLI CORRELATI
0
  • 1405
Pensione con quattordicesima, ci siamo. Lunedì 2 luglio, infatti, 3 milioni e mezzo di pensionati, in concomitanza con l'assegno previdenziale di luglio 2018, riceveranno la tanto attesa "somma aggiuntiva" avente un importo compreso tra 336 e 655 euro.

Salvini a Boeri: «Gli immigrati pagano le pensioni agli italiani? Ma basta!!!»

Occhio, però, ai requisiti per ottenerla subito. Coloro che compiranno 64 anni nel secondo semestre del 2018, infatti, dovranno aspettare ancora un po': la quattordicesima arriverà con la rata della pensione di dicembre 2018. Vediamo quindi, di seguito, a chi spetta e gli importi destinati ai pensionati calcolati sulla base dei contributi versati.

A CHI SPETTA - "La somma aggiuntiva - spiega l'Inps nel messaggio n. 2389, pubblicato lo scorso 13 giugno - viene attribuita ai soggetti che rientrano nei limiti reddituali stabiliti e che, alla data del 30 giugno 2018, hanno un'età maggiore o uguale a 64 anni". Il reddito annuo, inoltre, non dovrà essere superiore a 13.192 euro. La somma, infatti, - attribuita d'ufficio senza bisogno di domanda - deve risultare inferiore a due volte il trattamento minimo, ovvero corrispondere a circa 1014 euro al mese per tredici mensilità.

QUANTO SPETTA - I pensionati con redditi fino a 9.894,69 euro riceveranno una somma pari a 437 euro (fino a 15 anni di contributi), 546 euro (da 15 a 25 anni di contributi) e 655 euro (oltre 25 anni di contributi). Per quanto riguarda i pensionati che hanno un reddito tra 9.995 euro e 13.192,92 euro, invece, l'importo sarà pari a 336 euro sia per i lavoratori autonomi (con almeno 18 anni di contributi) sia per quelli privati (con 15 anni di contributi). Per gli autonomi la quattordicesima aumenta a 420 euro con un'anzianità contributiva compresa tra 18 e 28 anni e a 504 euro se questa è superiore ai 28 anni. Gli stessi importi valgono per i privati ma, in tal caso, il primo scatto si ha con un'anzianità contributiva compresa tra i 15 e i 25 anni e il secondo per quella superiore ai 25 anni.
Sabato 30 Giugno 2018, 11:15 - Ultimo aggiornamento: 30-06-2018 11:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP