Agnano, il grande ritorno delle terme: rivive il parco del benessere

ARTICOLI CORRELATI
di Rossella Grasso

4
  • 2928
Riapre dopo un accurato restyling il Parco del Benessere all’interno dell’antico complesso delle Terme di Agnano: un’oasi naturale di oltre 44 ettari di sorgenti termali e sbuffi sulfurei, alberi secolari e prati verdi, con 7 piscine tra indoor e outdoor, sale massaggio, solarium, sauna, area relax e un natural bar bistrot. Dopo la ripresa delle attività sanitarie delle terme adesso i cittadini avranno accesso anche alla zona relax e benessere. A pochi minuti dal centro della città, nella Conca di Agnano, il nuovo Parco del Benessere delle Terme di Agnano, gestito dalla società TDA con socio unico il Comune di Napoli, è il luogo ideale per rigenerarsi secondo l’antico principio romano del Salus per Aquam.
 

Le acque che alimentano le piscine e le vasche idromassaggio termali sgorgano a 84 gradi centigradi e sono di tipo sulfureo-salso-bicarbonato-alcalino-terrose: un toccasana per la bellezza della pelle, ideali per contrastare le patologie infiammatorie e le contratture muscolari, perfette per allentare stress e tensioni.

Cuore pulsante del sito, con la sua portata di cinque milioni di acqua al giorno, è la Sorgente De Pisis, ben visibile all’ingresso del Parco.
L’offerta benessere comprende 7 piscine – quattro interne con idromassaggio (con temperatura dai 33° ai 37°), due esterne con acqua termale (con temperatura dai 30° ai 33°), una esterna di acqua dolce (a temperatura ambiente) – 3 sale massaggio, sauna, spogliatoi con docce e armadietto privato e area relax.  A bordo piscina e sui prati si estende la zona solarium, attrezzata di ombrelloni e lettini. Il percorso benessere è completato da un’ampia proposta di trattamenti e massaggi per il viso e il corpo: antistress, detox, antiage, tonificante, rilassante.

L’intero Parco è concepito come luogo di benessere e relax, dove poter trascorrere una giornata tra acque benefiche e una natura che rilassa mente e corpo. Il Parco del Benessere si trova all’interno delle Terme di Agnano storico complesso termale, nato sui resti di un antico e grandioso impianto termale d’epoca greco-romana, edificato nella Conca di Agnano, alle pendici del Monte Spina, lungo l’antica strada che univa Napoli a Pozzuoli. Tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento, il prosciugamento del Lago di Agnano fece riemergere oltre settanta sorgenti d’acqua e i resti dell’antico impianto termale d’età romana (dalla prima metà del I sec. d.C.). All’interno del sito sono ben visibili i resti di età ellenistica e di età romana, che saranno oggetto di passeggiate archeologiche guidate. Il parco è aperto tutti i giorni dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 19. Il martedì, mercoledì e venerdì fino alle 24. 
Giovedì 11 Ottobre 2018, 16:11 - Ultimo aggiornamento: 11-10-2018 16:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-10-11 19:03:20
la struttura come la si è presentata dal servizio attiva da 2 anni. Stano che venga presentata solo oggi. ottimo tempismo !!
2018-10-11 19:50:57
Il problema sono i mezzi pubblici che non si sono per arrivare alle terme di Agnano, prima il bus entrava nelle terme, adesso non più, ripristinate una linea di bus pubblici ANM per arrivare all'interno delle terme dalla stazione dellla metropolitana 2 campi flegrei. Avrei molto bisogno di fare le insuflazioni per una patologia all'orecchio. Tra tutte le cure che ho fatto, le insuflazioni mi hanno fatto bene.
2018-10-18 09:24:30
ho delle perplessità su di una gestione che ha come socio unico il Comune di Napoli...tempo due anni e diventerà come lo stadio...da noi mano pubblica significa sprechi, degrado, sindacati agguerriti, potere secondo politica e non secondo meriti… etc
2018-10-11 17:37:26
il problema è la proprietà...ma non era stata la gestione del Comune a distruggere tutto il preesistente?

QUICKMAP