Liceo Sannazaro nel caos, le accuse alla preside sospesa: create troppe classi e rapporti deteriorati

di Mariagiovanna Capone

  • 1
Il giorno dopo la «sospensione con effetto immediato» della dirigente Laura Colantonio si sa ancora poco su quanto accadrà al liceo «Sannazaro». Emergono però i motivi che hanno portato Luisa Franzese, direttore generale dell'Ufficio Scolastico regionale, a notificarle l'avvio di un procedimento disciplinare: oltre al numero eccessivo di classi accettate, non coerente con l'offerta formativa, dalla visita ispettiva è emerso che non c'erano più le basi per ricostruire un rapporto in piena serenità con studenti e famiglie. Entro venerdì, Colantonio potrà consegnare le sue controdeduzioni all'Ufficio Scolastico regionale e prepara il ricorso al Tar, mentre entro domani potranno arrivare le candidature per ottenere l'incarico di reggenza. Molti i nomi che si sussurrano tra i corridoi ma alla fine potrebbe trattarsi di una lotta a due tra Maria Clotilde Paisio del liceo «Vico» e Gianfranco Sanna del liceo «Mazzini». Intanto, il vice premier Luigi di Maio ha ricordato l'impegno del M5S sul caso sottolineando «il dovere di garantire agli alunni e ai loro genitori il miglior servizio possibile».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 10 Ottobre 2018, 11:30 - Ultimo aggiornamento: 10-10-2018 13:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP