Ricerca sul mesotelioma, il Canada premia giovane oncologa napoletana

  • 6606
Doppio riconoscimento per l'Istituto dei tumori di Napoli Pascale: il 27 aprile, in Canada, verrà premiata Marilina Piccirillo, giovane ricercatrice di Gragnano dell'Irccs partenopeo. Al venticinquesimo Congresso del Collegio di Odontiatria, a Roma, è stato premiato invece il lavoro dell'equipe di Franco Ionna. «È un piacere essere riconosciuti su quelli che sono i nostri driver istituzionali - dice il direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi - quelli della ricerca e della clinica, e che da questi risultati traiamo la forza e la convinzione per obiettivi sempre più alti». Marilina Piccirillo è una giovane oncologa dell'Istituto dei tumori di Napoli: il 27 aprile riceverà a Toronto il premio 2018 del Cancer Trials Group Canadese, prestigiosa istituzione da anni in prima linea nella sperimentazione clinica di nuovi trattamenti anticancro. La giovane ricercatrice, insieme al team della Unità Sperimentazioni Cliniche dell'Istituto Pascale, diretta da Francesco Perrone, è la coordinatrice, a livello internazionale, di uno studio all'avanguardia per il trattamento del mesotelioma pleurico con uno dei più promettenti farmaci immunoterapici oggi disponibili, il pembrolizumab. Uno studio condotto insieme con i ricercatori di vari Istituti oncologici italiani ma anche canadesi e, a breve, ricercatori inglesi. «Il mesotelioma - dice Piccirillo - è un tumore piuttosto raro, ma con grande rilevanza sociale poiché causato dalla esposizione all'amianto. Siamo riusciti a costruire un network dei centri di oncologia Italiani localizzati nelle aree più a rischio per questo tumore. Contiamo di giungere ai primi risultati e, quindi, alla conclusione della ricerca, nel giro dei prossimi due anni. La nostra speranza ovviamente è che l'immunoterapia dia i risultati auspicati e possa diventare un'arma in più contro una malattia che è ancora oggi molto difficile da trattare con successo».

Ricerca, ma non solo: al venticinquesimo Congresso del Collegio dei Docenti di Odontoiatria, uno degli eventi scientifici più prestigiosi in Italia, infatti è stato conferito un importante riconoscimento all'impegno scientifico dell'Istituto dei tumori di Napoli nella patologia oncologica del distretto cervico-facciale. Il poster presentato dalla Struttura Complessa Maxillo-facciale e ORL, diretta da Franco Ionna «Pattern di crescita di un osteoma solitario della mandibola: caso clinico» è stato premiato come contributo più meritevole tra i proceedings di chirurgia. Il caso, che verrà anche pubblicato su una rivista scientifica internazionale, è unico nel suo genere, in quanto mostra, tramite esami radiografici 2D e 3D, il pattern di crescita quindicennale (dal 2003 al 2017) di un osteoma solitario della mandibola, una patologia estremamente rara che colpisce le ossa mascellari. 
Sabato 21 Aprile 2018, 11:53 - Ultimo aggiornamento: 21-04-2018 17:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP