Finti matrimoni per ottenere la cittadinanza italiana: 4 denunce nel Napoletano

di Francesca Mari

  • 260
TORRE DEL GRECO. Business di matrimoni falsi per regolarizzare gli immigrati: quattro indagati a Torre del Greco, indagini in corso della polizia di stato per stanare una probabile organizzazione.
 
Gli uomini della Polizia di Stato del Commissariato di Torre del Greco, agli ordini del primo dirigente Davide Della Cioppa,  hanno denunciato in stato di libertà 4 soggetti, C.A, ventinovenne di Torre del Greco, e tre marocchini, il trentenne G.S., il quarantenne K.M., e il trentacinquenne B.N., resisi responsabili dei reati di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e falso.
 
Venuti a conoscenza che erano in programma pubblicazioni matrimoniali tra una italiana, C.A., e un marocchino di 30 anni, G.S., gli agenti si portavano presso gli Uffici di Stato Civile del Comune di Torre del Greco. I “promessi sposi” giungevano accompagnati da altri due cittadini marocchini, K.M. e B.N., in qualità rispettivamente di traduttore e testimone dell’atto.
 
Durante il rito civile emergeva chiaramente la totale mancanza di interesse e di confidenza degli “aspiranti sposi”, tanto che i poliziotti decidevano di accompagnare in ufficio i quattro per identificarli.
 
Giunta in Commissariato, la “sposa” confessava di essere stata contattata dal marocchino, che le prometteva la somma di 1000 euro come corrispettivo di un matrimonio fittizio da contrarre con un connazionale, assicurandole che avrebbe provveduto alla presenza del traduttore e del testimone.
 
Sono in corso ulteriori indagini per verificare analoghi reati commessi a Torre del Greco.
 
 
Venerdì 12 Gennaio 2018, 12:29 - Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio, 09:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP