Mamma coraggio contro i pedofili uccisa: preso mandante 14 anni dopo

di Dario Sautto

  • 1001
TORRE ANNUNZIATA - Omicidio di mamma coraggio Matilde Sorrentino: arrestato il mandante. Quattordici anni dopo l'uccisione della donna che denunciò i pedofili del rione Poverelli, i carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip oplontino nei confronti Francesco Tamarisco, attuale capo dei Nardiello, narcos del quartiere in cui si verificarono i fatti.
 

Le indagini degli investigatori hanno permesso - scrive il procuratore Sandro Pennasilico - di ricostruire il ruolo di mandante e organizzatore dell'agguato contro la donna, ammazzata il 26 marzo 2004 sull'uscio di casa da Alfredo Gallo (già condannato all'ergastolo) per punire l'affronto della mamma coraggio che sputò in aula contro il gruppo di pedofili, tra i quali era presente anche Tamarisco, poi assolto in appello. 
Venerdì 19 Ottobre 2018, 10:11 - Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre, 07:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP