Napoli, al party dello scandalo anche medici in malattia

di Ettore Mautone

15
  • 1172
Reparto chiuso di notte all’Ospedale del Mare: dopo la sospensione scatta la definitiva revoca dell’incarico per Francesco Pignatelli, a questo punto ex primario della Chirurgia vascolare del nosocomio. La decisione è assunta per delibera dal direttore generale della Asl Napoli 1 Mario Forlenza, sulla scorta delle conclusioni dell’inchiesta interna e dei risultati dell’indagine del Servizio ispettivo centrale della Asl Napoli 1 e del gruppo di lavoro istituito dal direttore sanitario Giuseppe Russo. Atti trasmessi, ieri, al ministro della Salute Giulia Grillo. Il provvedimento è stato motivato «per i gravi fatti di cui lo stesso si è reso responsabile, che hanno leso irrimediabilmente il rapporto fiduciario». Sulla scia del provvedimento sono state inoltre avviate le procedure disciplinari sia per Pignatelli, sia per altri operatori sanitari tra cui il caposala. 

Intanto delle varie indagini trapelano dettagli che, se confermati, complicherebbero la posizione, già difficile, del chirurgo. Pignatelli avrebbe avuto, infatti, durante il fine settimana, le risorse di personale sufficienti per garantire l’apertura del reparto ma alcune unità, mediche e infermieristiche, risultavano in ferie e in malattia ma alcuni sarebbero stati fotografati alla festa e le immagini acquisite dagli inquirenti. Da ciò sarebbe stata aperta una nuova procedura su un nuovo filone d’indagine e gli atti acquisiti ancora ieri dai carabinieri del Nas. Resta da capire se, nella filiera di comando, saranno individuate ulteriori responsabilità anche tra i dirigenti della Asl per carenza di vigilanza laddove il ministro Grillo ha detto a chiare lettere che non sarà accettato lo scaricabarile.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 12 Luglio 2018, 23:05 - Ultimo aggiornamento: 14-07-2018 08:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2018-07-14 06:34:37
I comportamenti di questa gentaglia,dimostrano che l’erudizione non va mai sugli stessi binari della cultura e del saper vivere.La loro semplice esistenza,danneggia la societa’ intera.
2018-07-13 22:18:08
Effettivamente l'ha fatta un pò grossa . E' stato un ingenuo. Un grande ingenuo .
2018-07-13 12:44:37
C'è ben poco da argomentare, sono reati e come tali vanno trattati. Di questo passo qualsiasi reato può essere associato a goliardia; e allora a cosa serve giustizia? Tutti a casa, ci sono giovani medici all'estero che vorrebbero tanto fare ritorno in patria.
2018-07-13 15:42:03
pienamente d'accordo
2018-07-13 12:32:09
Mandateli a casa.

QUICKMAP