Napoli, oltre 4mila firme raccolte per chiedere l'arresto dei parcheggiatori abusivi

di Valerio Esca

Una proposta di legge di iniziativa popolare per chiedere l’arresto dei parcheggiatori abusivi. Ad avviare la raccolta firme necessaria per la presentazione in Parlamento della proposta sono stati i Verdi, che questa mattina fuori la Prefettura hanno chiesto a gran voce l’intervento del governo rispetto alla piaga degli abusivi della sosta. «Abbiamo raccolto le prime 4 mila firme - spiegano il consigliere regionale Francesco Borrelli e il consigliere comunale Marco Gaudini - per chiedere l’arresto dei parcheggiatori recidivi. La migliore carica per andare avanti nella nostra battaglia contro i parcheggiatori abusivi è quella che ci hanno dato le tante persone che, questa mattina, hanno partecipato alla raccolta. Tra la petizione on line - ribadisce Borrelli - e le firme raccolte dal vivo oramai abbiamo superato le 4mila persone a sostegno della nostra iniziativa». L’iniziativa, oltre ai due Verdi, creatori della pagina facebook «Io odio i parcheggiatori abusivi» è stata promossa insieme allo speaker Gianni Simioli de La radiazza di Radio Marte e alle Donne Verdi. Borrelli ha poi illustrato la versione aggiornata del dossier consegnato nei mesi scorsi alla Procura della Repubblica, alla Prefettura e al comandante della Polizia municipale di Napoli, mentre sempre questa mattina ha incontrato il questore di Napoli, Antonio De Iesu, e Il comandante provinciale dei Carabinieri di Napoli, Ubaldo Del Monaco, proprio sul problema parcheggiatori abusivi a Napoli e provincia.

«Tra le novità introdotte nella nuova versione del dossier - spiega il consigliere regionale - c’è il comportamento di alcuni gestori e dipendenti di parcheggi autorizzati che occupano anche l’area esterna ai loro garage per sostare le auto che non trovano posto all’interno, creando intralci alla circolazione e occupando gli spazi delle strisce blu senza pagare quanto dovuto e anche sistemando le auto in doppia e terza fila e sui marciapiedi di fatto comportandosi proprio come gli abusivi. Stanno aumentando anche i casi di parcheggiatori abusivi che si sono arricchiti in modo illegale pur risultando nullatenenti. Alcuni di loro - fa sapere Borrelli - hanno acquistato immobili e anche condomini in località turistiche calabresi dove hanno un giro d'affari estivo notevole in particolare a Scalea e Ascea. Altri hanno comprato dei negozi a via Posillipo dal valore di 500.000 euro intestati ai propri figli. Un noto parcheggiatore abusivo si è vantato sui social di aver acquistato una cucina d'oro alla figlia per il matrimonio».
Giovedì 12 Luglio 2018, 16:43 - Ultimo aggiornamento: 12-07-2018 18:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-07-13 14:41:09
Parcheggiatore abusivo = camorrista
2018-07-13 08:04:40
Per i parcheggiatori basterebbero i Vigili Urbani. L' arresto immediato andrebbe fatto per i borseggiatori sui mezzi pubblici , uno scandalo che va avanti da troppo tempo e, se la colpa è di una legislazione carente che assimila il borseggio ad un gioco di prestigio e non ad un reato predatorio, che si cambi la legge, subito !!!
2018-07-12 23:02:21
E' verissimo il malcostume dei proprietari dei garage che fanno sostare le auto in doppia fila o sulle strisce blu. Fatevi un giro dalle parti del vico dei pezzi (via De Gasperi). In zona ci sono VV.UU. che multano inflessibilmente le auto dei poveracci che sostano qualche minuto nei vicoli a ridosso ma stranamente non multano le auto del garage della zona. Ma sarà sicuramente un caso......Si vedono anche su Street View.
2018-07-12 22:55:44
Forse non tutti sanno che se si introducesse il reato di parcheggio abusivo si potrebbe procedere anche al sequestro dei beni con l'emissione di una misura di prevenzione patrimoniale che come per i delinquenti è estendibile anche ai familiari o ad altri soggetti prestanome. Ci vuole però l'introduzione del reato.
2018-07-12 22:29:00
Il sindaco si è già pronciato riguardo la velenza dell'inziativa? Qualora denoti gli abusivi come deboli gli ricordo che 1) hanno l'esenzione tributaria (percependo denaro solo in contante); 2) hanno il massimo welafare erogabile da isee=0 erodendolo ai veri poveri; 3) hanno l'immunità amministrativa d ifatto per nullatenenza (potere a mio avviso immenso). Chi sta meglio loro o il lavoratore medio italiano da 1400euro e che per matenere la baracca paga in tasse, balzelli e welfare non coperto il 55-60% del percepito?

QUICKMAP