Toghe, il premio Nobel Essid venerdì a Napoli per un nuovo manifesto dell'avvocatura

di Viviana Lanza

Un premio Nobel per la pace a Napoli. L’avvocato tunisino Abdelaziz Essid, componente del gruppo di associazioni e istituzioni che nel 2011 concorsero al ripristino della democrazia nel paese nordafricano e che per questo nel 2015 fu insignito con l’ambitissima onorificenza, sarà tra gli attesi relatori al convegno che si terrà venerdì nell’Antisala dei Baroni al Maschio Angioino.

Organizzato dall’Ordine degli avvocati di Napoli, l’evento sarà l’occasione per un dibattito internazionale sul ruolo attuale della classe forense. «Diritto e libertà, il ruolo e le sfide dell’avvocato: verso un nuovo manifesto dell’avvocatura di Napoli» è il tema dell’incontro al quale interverranno i vertici di organismi forensi internazionali, come l’Ordine degli avvocati di Londra, Parigi, Bruxelles, Madrid, Barcellona e di Libano e Paesi Arabi, oltre a rappresentanti delle più importanti associazioni forensi europee. Saranno inoltre presenti i capi di Corte del distretto di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe, il sindaco Luigi de Magistris. 

Cinque tavole rotonde ospiteranno gli interventi dei rappresentanti dei vari ordini internazionali e dell’avvocato premio Nobel Abdelaziz Essid. Il convegno sarà un momento importante per la classe forense. L’obiettivo dell’incontro è infatti la stipula tra i vari ordini europei di un nuovo manifesto dell’avvocatura, oltre alla richiesta di programmare un giorno dedicato alla non violenza. Una proposta, quest’ultima, avanzata dall’Ordine di Napoli e in attesa di risposta da parte dell’Onu.
Martedì 13 Marzo 2018, 20:54 - Ultimo aggiornamento: 13-03-2018 20:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP