Anm Napoli, dopo i tagli nuove assunzioni a tempo

di Pierluigi Frattasi

  • 173
Un'Anm più snella, con circa 2.100 dipendenti rispetto ai 2.750 di partenza del 2016. Cala la scure su impiegati e amministrativi, mentre viene rafforzato il personale addetto all'esercizio. Dimezzati i dirigenti, che da una ventina scendono a una decina e avranno l'obbligo della rotazione tra i servizi. Tagliati superminimi e indennità ad personam dei funzionari, che oggi possono andare da 450 a 2mila euro in più al mese in busta paga, oltre allo stipendio, per un risparmio di almeno mezzo milione l'anno. Ma ci sarà anche un'iniezione di risorse fresche, con ben 135 assunzioni di autisti e macchinisti previste dall'anno prossimo per colmare i vuoti che si creeranno in organico. Saranno tagliate le linee bus per 130 km, ma ci saranno più pullman in strada già da quest'anno e treni nuovi in esercizio dal prossimo, con frequenze migliorate. Proseguirà senza tregua la lotta all'evasione. Questo lo scenario della nuova Anm nel 2019, all'esito del concordato, disegnato nel piano di risanamento consegnato ieri sera al Tribunale Fallimentare. Un documento top secret, limato fino all'ultimo minuto, che sarà illustrato oggi dal sindaco Luigi de Magistris in conferenza stampa, ma sul quale sono filtrate alcune indiscrezioni. Non sono esclusi altri correttivi in corso d'opera.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 4 Luglio 2018, 07:30 - Ultimo aggiornamento: 04-07-2018 18:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP