Luigi Di Maio: «Continua
la politica amici degli amici»

«In Campania continua la politica degli amici degli amici». Lo ha detto il vice presidente della Camera, Luigi Di Maio, a margine di un convegno a Napoli. «Potevamo avere una grande opportunità, nel 2015, mandando a casa i partiti tradizionale ed eleggendo una governatrice del M5S. Non lo abbiamo fatto - ha sottolineato - adesso ci teniamo questo personaggio che pensa di poter utilizzare la Regione Campania come un bancomat per i suoi amici e per gli amici degli amici».


«Ancora una volta abbiamo una classe politica che contribuirà a far piombare questa regione verso il basso», ha concluso.



«Stanno facendo una riforma del processo penale per punire i magistrati perché non si devono permettere di toccare i politici, Renzi e il padre, per togliere soldi ai magistrati e per non fargli fare più le intercettazioni come prima» ha aggiunto Di Maio. «Alla fine la giustizia non sarà ancora certa nonostante questa riforma, i cittadini continueranno a dover spettare anni per una sentenza di primo grado e la corruzione continuerà a dilagare perché i magistrati avranno meno strumenti per combatterla. »


Questa riforma - ha concluso - delle intercettazioni è un affare privato dei partiti
».

 
Venerdì 19 Maggio 2017, 20:06 - Ultimo aggiornamento: 20-05-2017 08:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP