Piano lavoro, l'ira di Caldoro: «Dalla Regione una grande truffa»

«Una truffa, un imbroglio una patacca, ecco il piano lavoro presentato dalla Giunta campana e dal suo Presidente». Così in un video sui social Stefano Caldoro, capo dell'opposizione di centrodestra in Consiglio regionale della Campania. «Condivido - dice Caldoro - le preoccupazioni della grande stampa, di chi ha letto le carte: una grande truffa. In poche parole si disciplinano 10 mila posti di lavoro che già ci sono, il turnover. Sono le normali assunzioni i nei comuni, il fisiologico ricambio, appunto normale amministrazione. La Regione se ne impadronisce per propaganda e fatto ancora più grave mette a disposizione 100 milioni di fondi europei per posti che già ci sono o ci saranno».



«Queste risorse servono per gli stage, per migliorare il rapporto scuola lavoro, per sostenere formazione e microcredito, per creare posti di lavoro veri e nuovi. Si sprecano - sottolinea - risorse per gestire propaganda. Cosa fa il Governo - si chiede Caldoro - atteso che si tratta di una competenza nazionale per assunzioni nei Comuni? Vuole essere complice? E cosa fa la Corte dei Conti che è, giustamente, sempre attenta rispetto al rischio sprechi?».
Mercoledì 13 Giugno 2018, 11:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP