​Tim, è fumata nera sugli esuberi:
in Campania 2000 lavoratori a rischio

Sarà una estate rovente per sul fronte occupazione in Tim. Il primo incontro al ministero del Lavoro dopo la richiesta dell’azienda di Cigs per riorganizzazione, che riguarderà 29.736 lavoratori per 12 mesi e che lascia poi l’incognita di 4.500 esuberi, è stato «deludente» per Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil che hanno deciso di convocare le assemblee dei lavoratori e, quale anticamera agli scioperi, avviano le cosiddette «procedure di raffreddamento». Del monte esuberi ben 2mila sono in Campania. Poco meno del 50%. Un dato inaccettabile. Schermaglie inevitabili dunque al prossimo incontro già fissato al ministero per il 31 maggio.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 24 Maggio 2018, 23:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP