«Donne violentate durante le traversate, arrivano incinte e chiedono di abortire»

0
  • 65
«Molte delle donne, soprattutto nigeriane, arrivano incinte, conseguenze di stupri, e chiedono di interromperle»: sono alcuni dei racconti dei migranti ospitati nel Cara di Bari e raccolti dai volontari delle associazioni. Sono pubblicati oggi da La Repubblica Bari. «Alcune donne eritree ci hanno riferito - dicono i volontari - che prima del viaggio assumono ormoni per inibire l'ovulazione, in modo tale da evitare gravidanze a seguito delle violenze che quasi sicuramente subiranno nel percorso migratorio».

E poi ci sono i bambini: «abbiamo registrato - dicono i volontari di Lasciatecientrare - recenti episodi di abusi sessuali nei confronti di almeno due bambini, anche molto piccoli che si trovavano nella struttura da mesi, entrambi con un solo genitore e in attesa di essere relocati. Successivamente all'emergenza del grave abuso sono stati sistemati altrove ma in uno dei due casi la Prefettura e i servizi sociali non hanno garantito l'unità familiare, non essendoci strutture di accoglienza per padri con figli». L'autorità giudiziaria - si legge nell'articolo - è stata avvisata dalla direzione del Cara ed è stata aperta un'indagine, ancora in corso.
Venerdì 21 Aprile 2017, 12:09 - Ultimo aggiornamento: 21-04-2017 12:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP