Attentato a Parigi, Mattarella: «Atto vile, non ci fermeranno»

«La viltà del gesto criminale di ieri sera - dice il presidente Sergio Mattarella - suscita in tutti noi la più ferma condanna. L'Italia è a fianco della Francia nella piena e comune adesione agli irrinunciabili principi di libertà che, in democrazia, trovano piena e concreta attuazione nel momento elettorale. Nessuna forma di terrorismo, per quanto cruenta, farà recedere le Nazioni europee dal fermo proposito di riconoscere, tutelare e promuovere i valori fondanti delle nostre società democratiche».

«Quel che è accaduto ieri ci riporta alla pericolosità del terrorismo e all'esigenza di una difesa salda, forte, decisa e responsabile che garantisca costantemente i valori della democrazia e della libertà», ha sottolineato il presidente della Repubblica, ricordando l'attentato di Parigi nel corso dell'incontro con gli esponenti delle associazioni combattentistiche e d'arma al Quirinale. Quello terroristico «è un assalto contro la democrazia, la libertà, la vita umana».


Poi Mattarella ha affermato che «In Ue c'è un compito da svolgere, quello di difendere la comprensione reciproca, la libertà, quello di evitare che nascano nazionalismi, egoismi di parte e contrasti che riporterebbero l'Europa a un passato che si è cercato e si è riusciti a superare».
Venerdì 21 Aprile 2017, 10:49 - Ultimo aggiornamento: 21-04-2017 13:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP