Cento scosse in meno di ventiquattro ore: la nuova faglia del Molise fa paura

ARTICOLI CORRELATI
di Mariagiovanna Capone

0
  • 2961
Cento scosse in meno di ventiquattro ore. La sequenza sismica di Campobasso non dà tregua agli abitanti dei centri molisani da Campomarino fino a Guardialfiera e in molti continuano a dormire fuori casa, nelle auto o nei centri allestiti dai sindaci nelle palestre o nei campi sportivi. La possibilità che possa continuare così ancora per alcune settimane è piuttosto elevata mentre gli studiosi non sono in grado di ipotizzare se (e tantomeno quando) ci sarà un altro evento sismico intenso.

Finora sono tre i terremoti forti che hanno interessato l'area. Il primo di magnitudo 4.6 alle 23.48 del 14 agosto, seguito da uno sciame sismico di circa 15 scosse di intensità bassa. Giovedì invece due terremoti: il primo alle 20.19 di magnitudo 5.1, il secondo alle 22.22 di magnitudo 4.4 entrambi nella zona di Montecilfone. E poi uno sciame sismico, che ancora sussiste, composto da oltre cento scosse, con magnitudo da 3.5 e 0.9 e profondità sempre molto elevate.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 18 Agosto 2018, 08:00 - Ultimo aggiornamento: 18-08-2018 18:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP