La Xylella non si ferma, attaccati gli ulivi dei vip

di Gigi Di Fiore

  • 13
Dopo i timori, arriva la conferma ufficiale del terzo monitoraggio concluso dall'Agenzia regionale pugliese per le attività irrigue e forestali. La «xylella fastidiosa» avanza verso il nord. Ne sono state trovate tracce in altri 75 ulivi: 39 a Carovigno, 33 a Ostuni, due a Ceglie Messapica e uno a Fasano. Nella zona dei vip, dove molti trulli e ville sono stati comprati da personaggi famosi.

Più di 11 anni fa, Paola Barale e Raz Degan hanno preso un trullo a Cisternino. Anche Cesare Fiorio, ex ds della Ferrari, comprò una masseria fra Ostuni e Ceglie, così come Raoul Bova e Roberto Donadoni.

«La xylella non ha confini e avanza a ritmo serrato come dimostrano i dati» dice Gennaro Sicolo, presidente del Consorzio nazionale degli olivocoltori (il Cno). Gli ultimi rilievi, avviati il 5 novembre nell'area tra Cisternino Ceglie, Ostuni e la Piana degli ulivi monumentali, ha fatto scattare il nuovo allarme a cinque anni dai primi Sos. Il batterio ha avanzato di otto chilometri a nord rispetto al precedente monitoraggio. Per la prima volta, sono stati individuati tre casi nella Piana degli ulivi monumentali tra Cisternino e Ostuni.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 10 Dicembre 2018, 07:30 - Ultimo aggiornamento: 10-12-2018 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP