Elena Ferrante, la misteriosa scrittrice napoletana editorialista del «Guardian»

ARTICOLI CORRELATI
di Cristina Cennamo

La scrittrice napoletana Elena Ferrante, tra le più apprezzate in Italia, inizierà a breve a collaborare cone editorialista per una delle più prestigiose testate giornalistiche internazionali, The Guardian.

Il ritorno della scrittrice che lavora sotto pseudonimo, un anno dopo che un giornalista investigativo ha comunicato controversamente di aver rivelato la sua vera identità, sarà accolto senza dubbio con favore dai suoi fan ansiosi, di vedere la sua prossima mossa. Ferrante infatti ha sempre affermato che il suo anonimato era importante per il suo lavoro, in quanto la liberava dall'ansia della notorietà.

Ora, nella sua rubrica settimanale per la rivista del Guardian's Weekend, Ferrante condividerà i suoi pensieri su una vasta gamma di argomenti tra cui l'infanzia, l'invecchiamento, il genere e, nel suo articolo di debutto, il primo amore.
Intervistata sul tema, Ferrante ha detto di essere
«attratta dalla possibilità di mettermi alla prova» con una rubrica regolare, e ha definito l'esperienza «un esercizio audace e ansioso nella scrittura». La colonna sarà tradotta dal collaboratore abituale di Ferrante, Ann Goldstein.

«Sono entusiasta di lavorare con Elena Ferrante nella sua prima rubrica di un giornale, una nuova avventura per lei e per la rivista Guardian Weekend - ha detto l'editrice Melissa Denes - Ogni settimana, scriverà un pezzo personale, coprendo soggetti dal sesso all'invecchiamento fino alle cose che la fanno ridere. Non vediamo l'ora di vedere dove ci porterà»
Giovedì 18 Gennaio 2018, 17:17 - Ultimo aggiornamento: 18-01-2018 19:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP