Emergenza rifiuti, il piano di Di Maio: «Fondi in manovra e meno tasse a chi ricicla»

ARTICOLI CORRELATI
di Pietro Perone

5
  • 344
Il vicepremier Luigi Di Maio spiega cosa farà mezzo governo oggi a Caserta per cominciare ad affrontare il dramma della Terra dei fuochi, territorio avvelenato dalla camorra ma anche epicentro di una possibile nuova emergenza rifiuti.
 

Un protocollo e non un decreto: non si rischia di alimentare nuove, vane attese?
«In questo modo riusciamo a spostare subito in quell'area ciò che serve, prima di tutto forze dell'ordine e strumenti di intelligence per fermare un nuovo fenomeno della Terra dei fuochi, gli incendi ai siti di stoccaggio. Occorre che ministero della Difesa, dell'Interno e dell'Ambiente impieghino l'esercito per presidiare i siti individuati dalle prefetture, Stir e aree di stoccaggio. Bisogna poi fare arrivare carabinieri specializzati per attività di intelligence oltre a far partire un monitoraggio sanitario attraverso il coinvolgimento dei medici di base con il progetto Epica adottato dalla Regione. Adesso serve soprattutto il coordinamento tra governo ed enti locali, offrendo anche la possibilità ad Asl e Arpac di intervenire in tempi certi per fornire ai sindaci dati sulle diossine in caso di roghi e determinare così le azioni da intraprendere. Il fenomeno si trasforma continuamente e non riguarda solo la Campania, come dimostra l'incendio di qualche settimana fa a Milano».

I soldi ci saranno?
«Nella legge di bilancio, attraverso emendamenti, entreranno tutte le norme che servono al finanziamento. Si tratterà di decreti ministeriali che consentiranno ai singoli ministri di intervenire in collaborazione con Regione e Comuni».

Il governatore De Luca sostiene che è stato scatenato un clamore negativo sulla Campania, cosa risponde?
«Sono d'accordo con lui perché c'è una terra dei fuochi in ogni Regione ma sappiamo, lo dico da chi è nato in quel posto che la nostra Terra dei fuochi è figlia di un processo industriale malsano che ha visto la Campania per anni al centro dello smistamento dei veleni da ogni parte d'Italia e dell'Europa. Lo sanno bene le mamme vulcaniche e don Patriciello che incontrerò, ma è evidente che il processo si è poi esteso ad altri e in altre aree. Preoccupa, per esempio, il livello di incidenza di tumori dell'area di Brescia. Ecco perché non si può essere superficiali nel trattare il tema: una cosa è la Terra dei fuochi, altro il ciclo dei rifiuti. In questo secondo caso abbiamo l'inceneritore di Acerra e soprattutto ci sono gli impianti del Nord Italia che qualche anno fa, con lo sblocca Italia, hanno ottenuto la possibilità di ricevere rifiuti anche da altre zone perché erano rimasti senza materia prima a causa della raccolta differenziata. Di conseguenza non è vero che è la Campania a esportare rifiuti, semmai bisogna recuperare sul fronte degli impianti di compostaggio. Credo che i campani vadano trattati con maggiore rispetto, senza dimenticare che abbiamo eccellenze enogastronomiche da tutelare».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 19 Novembre 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 19-11-2018 11:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-11-19 11:18:46
gigio pensatore dice tutto ma non dove metterà i rifiuti!! l'unica cosa che ha capito è che il popolo è composto da gente che non sa distinguere la realtà dalle bufale!! un popolo che come diceva il grande ettore petrolini a furia di dire che sei bravo anche se non fai niente (o bruci roma) continua a dirlo!! un popolo che è una corte dei miracoli che elegge un suo re al quale obbedisce (in questo caso gigino!) che ti fa credere che il povero è considerato un ricco (decrescita felice!!) un popolo che si riconosce in questo governo perchè sempre più somiglia alle trasmissioni brucia cervello tipo amici (gigio-capitan ruspa-nte) c'è posta per te (con tutte le promesse che arrivano da tutte le parti) o la d'urso (trash come questo governo)!! e poi corte dei miracoli perchè gente che si è assicurata il futuro grazie alla politica senza saper far niente non è miracolata?????
2018-11-19 10:22:36
meno tasse per tutti e cancellazione unilaterale del debito pubblico . Stampiamo tutte le lire che servono ma che ci frega
2018-11-19 10:00:34
...gasp e anche gulp... Neanche nel Paese di Bengodi o i forzieri di Paperon de Paperoni contengono tutti questi soldi che vogliono dare alla gente. Questo signorino sognatore, pensa che il popolo è composto da fessi, che non sanno distinguere la realtà dal sogno... pensate, se potessero andare al voto anche i bambini farebbero il "pieno" delle favole. MA FAMME 'O PIACEREEEEE, ma davvero ci hai preso per fessi? Non avete una lacrima di un soldo, state facendo debiti su debiti, state portando lo spread oltre i 300 punti Bond/Btp...(GIA' 1,5 MILIARDI EUR DI DANNI), stiamo nel 7° mese di governo, si e no avete fatto due provvedimenti parlamentati, di cui il D.L. Dignità che anziché far proliferare il lavoro, lo sta distruggendo... addirittura esultate per NULLA... in Aula con il pugno chiuso, sui balconi (a imitare il Duce), solo che l'immensa folla era composta da 10/15 persone per annunziare che finalmente la povertà era stata sconfitta... Dicevate: MAI UN CONDONO... poi sono arrivati quello fiscale e la sanatoria di Ischia... mai fare la Tap... poi è arrivata anche la TAP...mai salvare l'ILVA di Taranto, invece è stata salvata...mai gli f-35, sta arrivando il primo lotto di 30 aerei, fuori dalla NATO, invece stiamo dentro la NATO... Basta con le missioni militari all'estero...invece i nostri ragazzi continuano la loro nobile missione. Ora vuole la differenziata per regalare soldi a iosa, mentre non ha capito che differenziare i rifiuti, bisogna organizzare tutta la trafila, nonché modificare lo stato culturale della gente per finalizzare tale raccolta. Insomma il governo del cambiamento in PEGGIO... però debbo ammettere che fate tante tantissime chiacchiere, sopratutto sul reddito di cittadinanza, poi declassato a reddito di povertà, poi non lo riceveranno tutti FATE RIDEREEEEEE ! Solo Salvini, senza spendere neanche un euro, anzi li sta recuperando con la questione dell'immigrazione spendendo di meno da 35 euro a 25, non solo bloccando l'immigrazione, si risparmierebbero almeno 2 miliardi. Per l'altra compagine di governo è notte fonda.
2018-11-19 09:09:19
Qualcuno mi spiega il piano di smaltimento dei rifiuti di Dimaio, Deluca e Demagistris senza inviarli all'estero con i camion degli amici?
2018-11-19 08:23:38
i soldi ci sono. Ma i cattivoni del Tesoro li nascondono. Il debito pubblico non esiste.

QUICKMAP