Legittima difesa e droga: arriva il decreto sicurezza

di Alberto Gentili

Adesso c'è la ruspa e c'è la campagna martellante anti-migranti a far venire la gastrite a Luigi Di Maio. Presto, «mi auguro entro l'estate», Matteo Salvini farà di meglio. Calerà sul tavolo del governo giallo-verde un'altra carta per equilibrare, da destra, il decreto dignità varato da Di Maio e applaudito dalla Cgil e dalla sinistra sinistra. E, soprattutto, gradito dall'avversario interno al Movimento: il presidente della Camera, Roberto Fico.

Non si tratta della flat-tax (per questa si aspetta, se andrà bene, il 2019) né la rivisitazione della legge Fornero sulle pensioni (promessa anche dai 5Stelle). La nuova bandiera di Salvini si chiama pacchetto sicurezza: un insieme di misure che andrà a solleticare, e soddisfare, la pancia e gli umori dell'elettorato di centrodestra su cui il vicepremier lumbard ha ormai lanciato un'Opa al momento inarrestabile. Per buona pace di Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni.

«Stiamo lavorando su diversi fronti e stiamo lavorando notte e giorno», spiega il vicepremier e ministro dell'Interno, «il pacchetto conterrà tanti provvedimenti sul fronte della lotta alla mafia, alla droga, al racket. Più nuove misure sui migranti, il diritto d'asilo, la polizia urbana e gli eventi pubblici. Miglioreremo la sicurezza dei cittadini».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 11 Luglio 2018, 10:38 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2018 15:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP