Nato, il pressing dell'Italia: «Fondi per l'hub di Napoli»

di Valentino Di Giacomo

«L'Italia chiederà al vertice Nato un maggiore impegno verso il fianco Sud, quindi verso il Mediterraneo, e ci aspettiamo in tal senso un potenziamento dell'hub di Napoli». In vista del summit dell'Alleanza Atlantica che si terrà oggi e domani a Bruxelles, il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi che sarà al vertice insieme al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha fissato le linee programmatiche. La richiesta è che l'hub di Lago Patria, inaugurato lo scorso settembre, rappresenti realmente una risorsa strategica per la lotta al terrorismo e ai traffici di esseri umani nel Mediterraneo. Ad oggi la struttura è ancora in una fase definita di «initial capability»: in pratica esiste il progetto, ma le risorse destinate per la piena capacità dell'hub sono ancora scarse per poter operare a pieno regime.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 11 Luglio 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2018 17:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP