Raggi, accolta richiesta giudizio immediato: inizio processo il 21 giugno, dopo la campagna elettorale

ARTICOLI CORRELATI
Il processo a Virginia Raggi inizierà il 21 giugno. Lo ha disposto il Tribunale Roma accogliendo la richiesta di giudizio immediato avanzata dai difensori della sindaca di Roma che deve rispondere di falso in relazione alla nomina di Renato Marra, fratello dell'ex braccio destro di Raggi Raffaele. 

Salta così per Raggi l'udienza davanti al gip del 9 gennaio prossimo e il processo viene spostato a dopo le elezioni del 4 marzo. All'udienza del 9 gennaio verrà deciso invece il destino processuale di Raffaele Marra anche lui indagato in relazione alla nomina del fratello Renato capo del Dipartimento Turismo del Campidoglio. Raffaele Marra deve rispondere di abuso d'ufficio ed è coinvolto anche in un altro procedimento per corruzione in concorso con il costruttore Sergio Scarpellini in relazione alla compravendita di un appartamento.


 
Venerdì 5 Gennaio 2018, 12:11 - Ultimo aggiornamento: 07-01-2018 10:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-01-07 10:14:03
Lei, giudice dei giudici ha emesso già sentenza assolutoria. Bravi, voi grillini, inflessibili anche con chi ha parcheggiato la macchinino in un certo modo o , presumibilmente, ha commesso abuso con scontrini per importo irrisorio. E sembrava venisse giù il mondo. Ora non avete che da attendere il processo, come i tanti da voi denunciati. Duri con gli altri, blandi con i propri. Bravi!
2018-01-07 00:07:17
Stiamo a vedere che i suoi predecessori, dopo essersi mangiata Roma verranno assolti e lei condannata. In politica chi non è con i farabutti va emarginata.
2018-01-06 11:48:29
I giusti a processo,i ladri e corrotti promossi,questa e la giustizia italiani,e chi ha venduto il paese gli diciamo pure grazie ,vergogna.
2018-01-05 18:17:19
andate a lavorare

QUICKMAP