Regionali Molise, centrodestra vince con il 43%. M5S al 38%, FI meglio della Lega

Molise al voto, test per il governo. Affluenza in calo al 15,17%
ARTICOLI CORRELATI
Il candidato del centrodestra, Donato Toma, è il nuovo presidente della regione Molise. Toma ha ottenuto 73.229 voti pari al 43,46% staccando il candidato del Movimento 5 Stelle, Andrea Greco, fermo a 64.875 voti (38,50%). Molto più staccato il candidato del centrosinistra, Carlo Veneziale, che con 28.818 preferenze, si è fermato al 17,10% mentre ad Agostino Di Giacomo (Casapound Italia) sono andati 707 voti (0,42%). Molto bassa l'affluenza alle urne: 52,2%, contro il 71,6% delle politiche di marzo. Il successo del centrodestra ha subito spinto Forza Italia e Fratelli d'Italia a rivendicare la guida dell'esecutivo.

LEGGI ANCHE Forza Italia e Meloni: il governo spetta al centrodestra

All'interno del centrodestra, Forza Italia con il 9% resta, seppur di poco primo partito (ma in netto calo dal 16% delle recenti politiche) con la Lega poco sotto il risultato del voto del 4 marzo all'8,23% (dall'8,7%). In calo i consensi per il Movimento 5 Stelle che alle politiche aveva avuto il 44,8% dei voti, mentre come voti di lista raccoglie meno del candidato presidente (31,5% contro 38,5%). Nel centrosinistra ancora in calo il Pd che con il 9% perde sei punti rispetto al 15% delle politiche.


LEGGI ANCHE Incarico a Fico, pressing sul Colle
 

Erano chiamati alle urne 331 mila elettori, di cui 78.025 residenti all'estero. Ha votato il 52,16%. A Campobasso ha votato il 62,69%, a Isernia il 59,67%. Nel complesso i votanti sono stati 173 mila contro i 182 mila delle scorse politiche.

Centrodestra. «Stiamo aspettando i risultati ufficiali, intanto psicologicamente mi sto mettendo in sintonia con il ruolo di governatore». Così all'ANSA Donato Toma candidato del centrodestra alla carica di presidente delle Regione. «Mi sono candidato per vincere e questo è il risultato per una campagna elettorale corretta, fatta spiegando cosa vogliamo fare per il Molise», ha sottolineato Toma. «Al M5s dico basta polemiche - ha continuato - mettiamoci a lavorare». E sul lavoro che lo aspetta Toma ha continuato: «Cercheremo di capire perché le imprese non vengono liquidate - ha detto riferendosi alla questione dei pagamenti - faremo una ricognizione della struttura regionale per capire perché non vengono pagate le imprese».

Cinquestelle. «Non c'è una speranza per questa terra, perché al Governo ci torneranno coloro che questa Regione hanno contribuito a distruggerla». Lo ha dichiarato Andrea Greco, il candidato governatore del M5S. «Non abbiamo rammarico, abbiamo dato il 100%. È stato il risultato migliore, mai totalizzato durante le elezioni regionali. Un risultato storico con quasi il 40%. Eravamo venti persone contro 180 candidati, per di più capeggiati da Aldo Patriciello. Le grandi città ci hanno premiato, e così anche la mia città, qui è stato è un plebiscito». Ha poi definito «un risultato che fa battere forte il cuore »quello ottenuto in basso Molise. A loro dedico la nostra campagna elettorale«. Greco, inoltre, si è autodefinito »testa di ariete di un gruppo che andrà a difendere i cittadini molisani dai banchi dell'opposizione. Abbiamo triplicato la nostra presenza in Consiglio. I cittadini molisano avranno un'opposizione credibile, avranno I cinque consiglieri di minoranza pronti a difendere i loro diritti
».

PD. «Ho perso, chiaramente», ha commentato già in nottata il candidato del centrosinistra alle regionali in Molise, Carlo Veneziale (Pd), nella sala stampa che accoglie anche il centro dati sull'afflusso dei voti. «Ho perso ma quello che resta è il percorso politico, quello di un centrosinistra che ha ritrovato l'unità - ha detto Veneziale - dopo anni di divisioni, e questa è l'eredità positiva che resterà a chi verrà dopo di me».

I voti di lista (definitivi). M5S 45.886 (31,57), Forza Italia 13.627 (9,38%), Pd 13.122 (9,03%), Orgoglio Molise 12.122 (8,34%), Lega 11.956 (8,23%), Popolari per l'Italia 10.351 (7,12%), Udc 7.429 (5,11%), Fdi 6.461 (4,45%), Iorio per il Molise 5.204 (3,58%), LeU 4.784 (3,29%), Movimento nazionale per la sovranità 3.924 (2,70%), Molise 2.0 3.459 (2,38%), Unione per il Molise 3.233 (2,22%), Il Molise di tutti 2.716 (1,87%), Il popolo della famiglia 603 (0,41%), Casapound 477 (0,33%).
 
Domenica 22 Aprile 2018, 13:15 - Ultimo aggiornamento: 23-04-2018 14:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-04-23 18:08:31
Ha vnito 5S!!! Gli altri sono artifizi poco democratici di accaparrare voti. 5S è una entità che ha avuto il 38% delle preferenze. Il propalatore di finto cdx dovrà adesso prepararsi a gestire la pseudo-coalizione, 9 partitini, prima di fare il Presidente. Ma, a final', parliamoci chiaro, il Molise è oggigiorno una Regione inutile nell'alveo economico e sociale nazionale. Spreco di risorse. Potrebbe invece costituirne una addizionale se fosse fusa (non assorbita) ad altre più grandi. Altri soldi del contribuente al macero.
2018-04-23 11:16:37
Intanto a Trapani sono sbarcati altri 600 migranti portati dalle navi ong e altri mille sono in arrivo. In qesto disgraziato paese via mare comandano le ong e a Roma comanda l'europa.Ma può un governo che stà li solo per l'ordinaria amminisrtrazione farsi portare i migranti dalle ong di mezzo mondo quando gli italiani hanno votato contro appena un mese e mezzo fa?Non c'è il governo ma che fa il parlamento?Non può fare subito una legge che chiude i porti?La verità è che sono già in vacanza per il ponte lungo questi nuovi eletti , nuovi per modo di dire.Hanno messo fico presidente della camera;non passerà nessuna legge contro l'immigrazione. Le leggi le fa il parlamento..chissenefrega del governo.Stanno già tradendo il voto.
2018-04-23 10:33:35
la Ohio italiana con il suo voto ha confermato chiaramente che la sinistra deve rimanere fuori dai giochi . Chi insiste a riportarla al governo dovrà rendere conto al paese e prepararsi a pagarne il prezzo..
2018-04-23 09:19:46
Il Mov. 5 stelle da solo senza liste civiche ha preso il 38% contro il 16% che aveva preso alle scorse elezioni regionali del Molise, quindi buttalo via. Il Centro-destra aveva quasi 10 liste e le numerose liste civiche piene di candidati ben 180 hanno portato voti, ma i partiti tradizionali come FI, PD e Lega stanno a circa il 10%. Quindi non mi pare per nulla un risultato negativo per i cinque stelle. Le elezioni locali sono sempre più difficili per il Mov. 5 stelle perchè si presenta da solo contro coalizioni infarcite di liste e candidati. Comunque i molisani hanno votato, bisogna sempre rispettare il voto,spero bene per loro.
2018-04-23 12:33:25
Ormai è una moda, e come tutte le mode, sparirà nella prossima ondata di cambiamento... E' il classico voto di protesta nei confronti dei Partiti tradizionali, i cosiddetti Partiti di governo, ossia i Partiti che solitamente ci mettono la faccia e si sporcano le mani nel cercare di mandare avanti, nel bene e nel male, questa malandata baracca. Quelli che criticano (facile e redditizio farlo!) e che per ora vincono, sono coloro che finora sono stati a guardare....E' giunto (forse) il momento dello scambio dei ruoli. Se avvenisse, per loro finirebbe la pacchia!

QUICKMAP