Il Vaticano appoggia l'Onu: «Governance globale sulle migrazioni»

Il Vaticano appoggia l'Onu: «Governance globale sulle migrazioni»
di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - Serve una governance globale per affrontare il fenomeno migratorio. Il Vaticano torna a farsi sentire sulla crisi che ha investito il Messico e gli Stati Uniti dopo le misure restrittive imposte dal presidente Trump. All'indomani di un colloquio organizzato dall'ambasciata presso la Santa Sede messicana, il Vaticano scende in campo per appoggiare il Patto Mondiale per una Migrazione Sicura, Ordinata e Regolare. «Conveniamo sull'opportunità di impegnarsi per una governance globale dei flussi migratori, fondata sulla corresponsabilità di tutti gli attori istituzionali e privati, al fine di assicurare una migrazione sicura, ordinata e regolare a vantaggio di tutte le persone interessate, e che aiuti a generare le condizioni affinché la migrazione sia una decisione volontaria e non una necessità".

Per tale motivo, si legge nel documento finale, «vogliamo continuare a contribuire attivamente al processo che porterà le Nazioni Unite ad adottare un Patto Mondiale nel corso di questo anno. Ugualmente, considerando la complessità dei flussi migratori contemporanei, riteniamo importante insistere sull'opportunità di armonizzare questo Patto con il Patto Mondiale sui Rifugiati».

Il Vaticano torna a lanciare un appello ai mezzi di comunicazione affinchè  «contribuiscano, secondo le loro possibilità, a diffondere informazioni certe e dimostrate sui flussi migratori e a dissipare quelle che generino unicamente percezioni negative dei migranti». 
Lunedì 18 Giugno 2018, 12:02 - Ultimo aggiornamento: 18-06-2018 12:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP