Agro Nocerino, nasce il coordinamento Liberi e uguali

di Roberta Salzano

Si è costituito ieri a Castel San Giorgio il coordinamento del movimento «Liberi e uguali» per i comuni dell'Agro Nocerino, guidato da Giancarlo Palmiro D'Ambrosio. Obiettivo creare un contenitore aperto a dirigenti, militanti e simpatizzanti, che hanno deciso di prendere le distanze del Partito democratico perché non rappresenta più le istanze dei territori. «Non si può sopportare la prepotenza di una destra, che ha fallito a tutti i livelli governativi, portandoci allla ribalta nazionale solo per scioglimenti di consigli comunali per infiltrazioni mafiose come a Scafati e Pagani ha scritto in una nota il coordinatore - Due forze falsamente contrapposte nell'Agro, che hanno contribuito alla chiusura di ospedali, che non hanno prodotto risultati in merito al tema ambiente (vedi il fiume Sarno), che non hanno dato il via a quei processi di sviluppo industriale tanto decantati nelle scorse competizioni elettorali, una mobilità da terzo mondo».

Hanno aderito al movimento Alberto Esposito (San Valentino Torio), Giancarlo Palmiro D'Ambrosio ed Enzo Gallo (Angri), Gabriele Capuano e Domenico Zambrano (Castel San Giorgio), Pepe Antonio (Sarno), Pina Esposito e Ubaldo Rea (Nocera Inferiore), Valentina Botta e Sebastiano Fiume (Siano), e Antonio Polichetti (Roccapiemonte).
Venerdì 12 Gennaio 2018, 16:02 - Ultimo aggiornamento: 12-01-2018 16:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP