Castello sbarrato a 50 turisti:
«Ma c'era l'ok del Comune»

di Nello Ferrigno

1
  • 1
NOCERA INFERIORE - Il programma prevedeva la visita al castello Fienga. La gita sarebbe poi continuata alla cattedrale del Vescovado e al battistero paleocristiano di Santa Maria Maggiore a Nocera Superiore. Non è andata così. I turisti hanno trovato chiusi tutti i monumenti. È successo domenica scorsa. Il gruppo era composto da 50 persone e proveniva da Potenza. Volevano trascorrere una giornata in Campania passando la mattinata nell’Agro nocerino. Dopo il pranzo in un ristorante della zona, sarebbero andati agli scavi di Ercolano.

L’organizzatore della gita, per evitare sorprese, aveva annunciato il giovedì prima la visita chiamando gli uffici del Comune di Nocera Inferiore ottenendo il via libera. Ma una volta sulla collina del parco i visitatori hanno trovato il cancello del castello medievale chiuso. A malincuore hanno ripreso la strada del ritorno. «Verificheremo chi non ha consentito l’accesso al castello Fienga – ha replicato il sindaco Manlio Torquato e adotterò i provvedimenti necessari perché non si ripeta questa brutta figura». 
Venerdì 12 Ottobre 2018, 06:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-10-12 09:25:36
CARO SINDACO NON FARETE NIENTE, la solita cosa di pizza e mandolino, non ho mai visto pugno duro LICENZIAMENTO

QUICKMAP