Timbrano il badge e si allontanano, quattro comunali a processo

di Nicola Sorrentino

SCAFATI - Ore e minuti accumulati ma lontano dal posto di lavoro: con l’accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato finiscono a processo quattro dipendenti del comune. Il rinvio a giudizio disposto dal gup riguarda G.B. , V.P. , S.G. e G.G. Il periodo temporale di riferimento di una maxi indagine, chiamata «Mal comune», condotta dalla guardia di finanza va da aprile a maggio 2016. Con una serie di raggiri, i dipendenti si sarebbero allontanati arbitrariamente dal luogo di lavoro, riuscendo a marcare il proprio cartellino (badge), segnalando ai funzionari del Comune la loro presenza. Così sarebbero riusciti a raggiungere le ore utili per avere stipendio e accessori, procurando un danno all’Ente, che non avrebbe usufruito invece dei loro servizi effettivi. Alcuni degli imputati rispondono dell’accusa di truffa in concorso, perché si sarebbero scambiati rispettivi favori per timbrare ognuno il cartellino elettronico dell’altro. 
Domenica 10 Giugno 2018, 15:44 - Ultimo aggiornamento: 10-06-2018 16:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-06-10 18:41:41
sono curioso di vedere come va a finire:

QUICKMAP