«Negra di m..., torna a casa tua»,
l'insulto choc del bullo alla 12enne

di Francesco Faenza

11
  • 8742
EBOLI - Ragazza dodicenne aggredita a Eboli davanti alla scuola: «Sei una negra di merda, torna al tuo Paese. Picchio te e tua madre se non ve ne andate». Protagonista della frasi razziste è un alunno di 12 anni iscritto alla scuola media Matteo Ripa. Il bullo è apparso di recente anche in un programma Rai. Il ragazzo ha preso di mira una compagna di classe, anche lei 12enne, nata in Italia, da madre ebolitana e papà africano. La pelle nera è diventata una croce per la ragazzina. L’alunna subisce una fustigazione quotidiana, un insulto continuo. Il bullo razzista, figlio di un insegnante locale, ripete decine di volte al giorno la frase offensiva: «Negra di merda, picchio te e tua madre».

La situazione è precipitata sabato. La bimba in lacrime è crollata, ha parlato con la madre, le ha raccontato, disperata, le continue ingiurie subite. L’alunna vorrebbe cambiare scuola, stanca di andare in classe con quel compagno razzista. La madre ha chiesto un incontro con la dirigente scolastica e con gli insegnanti dell’istituto Matteo Ripa. La donna è pronta a trasferire la figlia in un’altra scuola. L’alunno razzista è noto a molti. In tanti lo conoscono, lo sentono urlare, ingiuriare anche altri bambini di colore. Ma nessuno finora è riuscito a rabbonirlo. 
Mercoledì 21 Febbraio 2018, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 21-02-2018 06:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-02-23 12:03:27
Mi ripeto: Campania infelix.
2018-02-23 11:16:00
certo è che stanno creando problemi a mappate questi emigranti
2018-02-22 12:31:56
Cambiate scuola a lui
2018-02-22 10:54:07
Suppongo che i genitori, con pargolo al seguito, siano andati ad applaudire salvini
2018-02-21 23:02:19
forse il bulletto (meglio dire stupido già da piccolo) dovrebbe cambiare genitori con altri che gli diano un giusto insegnamento.

QUICKMAP