Relax in penisola sorrentina per la rockstar Bono, leader degli U2

ARTICOLI CORRELATI
di Ciriaco M. Viggiano

MASSA LUBRENSE - È arrivato a Marina del Cantone direttamente dall'arcipelago de Li Galli, a bordo di un charter. Con lui il produttore discografico statunitense Jimmy Iovine e un'altra decina di amici, oltre alla solita folta pattuglia di guardie del corpo. Bono, il leader della band degli U2, si è concesso una giornata all'insegna del mare e della buona tavola in penisola sorrentina.

Il musicista irlandese è stato ospite del ristorante “Lo Scoglio”, dove aveva pranzato già cinque anni fa. «Ciao, Antonia, mi fai il solito?», ha chiesto a una dei titolari dopo essere entrato nel locale. Poi il pranzo a base di specialità locali: antipasto di terra e di mare, assaggi di primi e una grande cernia bianca. Bono ha poi chiesto di accompagnare il pasto con un vino campano e, alla fine, ha optato per un vino rosè prodotto nelle cantine San Salvatore di Paestum.

L'atmosfera familiare ha spinto la rock star irlandese a farsi presentare tutti i componenti della famiglia De Simone e dello staff de  “Lo Scoglio”. Anzi, è stato proprio il leader degli U2 a chiedere all'amica Antonia di farsi scattare una foto sul pontile del ristorante, con la spiaggia e gli ombrelloni alle spalle. Prima di andare via, però, Bono non ha perso l'occasione per fare incetta di specialità locali. Sul suo charter ha caricato barattoli di miele, marmellata e passata di pomodori prodotti dalla famiglia De Simone nelle tenute di Pontone e Villaggio Casa: un modo per conservare il gusto inconfodibile di Marina del Cantone e della penisola sorrentina.
Mercoledì 11 Luglio 2018, 20:19 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2018 20:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP