Arriva la Radio 4G on demand: con una scheda telefonica va sui social, dialoga con le emittenti su Fm, web e Dab, trasmette playlist preferite

Arriva la Radio 4G on demand: con una scheda telefonica va sui social, dialoga con le emittenti su Fm, web e Dab, trasmette playlist preferite
di Mario Fabbroni

Sembra solo una radio modello vintage, invece si tratta di una rivoluzione probabilmente destinata a cambiare il modo di ascoltare musica e programmi ma anche a navigare su internet. Ecco la Radio 4G, invenzione tutta “made in Italy” corteggiata dai colossi dell’elettronica di mezzo mondo ed i cui primi esemplari sono già in vendita su Amazon.

Quando Eugenio Finardi compose uno dei suoi successi immortali, “la radio”, probabilmente non poteva immaginare che nel giro di poche decine di anni sarebbero state “fuori moda” frasi come “con la radio si può scrivere, leggere o cucinare, perché non si deve stare immobili lì seduti lì a guardare”.  Invece la Radio 4G si guarda, eccome: anzi, al suono eccezionalmente pulito offre soprattutto l’interazione totale con il mondo del web. Come dire che si possono ascoltare - e soprattutto vedere - le immagini delle canzoni preferite inserite in una propria play list, si può dialogare con la stazione radio scelta chiedendo al Dj di mandare in onda tutte le canzoni di una band o di un autore che si ha voglia di cantare a squarciagola, si possono ricevere info aggiuntive su una location oppure su un evento (immaginiamo un concerto) che proprio quel cantante o quella band stanno per tenere davanti ai propri fans, è touch screen, on demand, ha perfino una videocamera incorporata.



La rivoluzione sta in una scheda 4G, la stessa che si usa comunemente per gli smartphone di ultima generazione: in pratica, la radio del futuro trasmette contemporaneamente stazioni sulla banda FM, sul Web e sulle infinite frequenze DAB ad alta fedeltà. Anzi, l’invenzione sta proprio in una piastra dal contenuto “segreto” elaborata dagli ingegneri elettronici del gruppo romano Radionovelli, che hanno brevettato a livello planetario un sistema in grado di miscelare i diversi sistemi di trasmissione. All’ascoltatore, quindi, non sembrerà vero di sentire la stazione radio preferita anche una volta scavalcate le Alpi, oppure di “vedere” la band o il cantante richiesto in un video trasmesso nel display che si trova sul frontespizio e che contiene anche altri elementi selezionati: come il testo, l’appuntamento al prossimo concerto, l’uscita annunciata del nuovo disco, magari un po’ di pubblicità già calibrata sui gusti e sulle passioni dell’utente.

«Abbiamo investito un milione di euro in ricerca e sviluppo della Radio 4G – dice l’imprenditore Paolo Novelli, che gestisce uno storico negozio di famiglia in viale Libia a Roma oltre ad altri punti vendita nella Capitale, ma che oramai punta deciso sul negozio virtuale che porterà il modello 4G a essere commercializzato in ogni angolo del pianeta – anche perché le funzioni che avrà sono davvero incredibili: per esempio, una persona anziana oppure sola in casa potrà farsi visitare online dal medico specialista, ma stiamo per attivare pure la funzione per i non udenti che consentirà di “leggere” i testi musicali sul modello del karaoke all’interno del display e ricevere impulsi speciali a ritmo della musica trasmessa. Senza contare che già oggi la Radionovelli 4G è dotata di attacco per il collegamento alle casse Hi-Fi e legge anche Cd e Dvd».

Prodotta dalla società italiana Axis, questo gioiellino tutto tricolore promette di offrire on air entertainment interattivo, e-commerce dinamico e promozioni a misura di ascoltatore.


 
Per gli appassionati, ecco alcune caratteristiche tecniche indicate dal costruttore:

Always on infrastructure: grazie al modulo radio web brevettato e all’utilizzo della rete dati 4G, la radio garantisce l’ascolto e la visione anche in caso di assenza di segnale FM/DAB. Infatti, utilizza la connessione Internet mobile del sistema operativo Android®;

Rete 4G: basta dotarsi di una Sim dati di qualunque operatore mobile per aprire il proprio mondo di intrattenimento;

Display touch integrato e webcam: la presenza del display touch e della webcam consente l’utilizzo di applicazioni come Apple Music, YouTube, Skype, di navigare nel Web e di riprodurre contenuti multimediali presenti su supporti ottici e digitali;

Artist Mode: attraverso un comando vocale è possibile richiedere l’ascolto e la visione di qualsiasi contenuto presente sulla Rete o sulle emittenti radiofoniche; 

Continous Artist Mode: ogni volta che si ascolta un brano, ad esempio su Spotify, è sufficiente toccare il bottone “continous artist” per attivare una serie di link alle emittenti radio che trasmettono in quel momento altre canzoni dello stesso autore o per scaricare altri contenuti dello stesso artista da YouTube.

Gracenote: l’accordo siglato con Gracenote permette di accedere gratuitamente a tutte le informazioni relative al proprio artista preferito: se si ascolta un CD o si sta vedendo un DVD, automaticamente il sistema riconosce il contenuto e rende disponibili altre informazioni come il titolo dell’album dell’autore, il testo della canzone, il video di un concerto, un altro film dello stesso regista.
 
Domenica 27 Maggio 2018, 10:45 - Ultimo aggiornamento: 28-05-2018 09:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP